info@happypadelworld.com

Tante persone, una passione: Happy Padel
La community degli appassionati padel a tutti i livelli

Intervista al Maestro Matteo Reina

Matteo Reina Maestro Nazionale FITP

Ciao Matteo, grazie per aver accettato la nostra intervista.

Come ti sei avvicinato al padel?
Mi sono avvicinato al padel circa 22 anni fa, quando nel mio vecchio circolo hanno montato un campo di padel. Mi sono subito incuriosito e ho deciso di provare. Mi è piaciuto subito e ho iniziato a giocare con regolarità e a prendere lezioni da un maestro Argentino venuto a Bologna.

Cosa ti ha spinto a diventare Maestro Internazionale di Padel?
La passione per questo sport e la voglia di condividerla con gli altri. Mi piace trasmettere le mie conoscenze e aiutare le persone a migliorare il loro gioco.

Ho iniziato per passione poi è diventato presto il mio lavoro, costruendo il primo campo coperto in Italia con il mio socio Tomas Mills era il 2004 a Bologna. Poi ho preso il titolo di Maestro Internazionale a Madrid nel 2008 rimanendo a fare esperienza in Spagna per otto mesi e raggiungendo il Numero 84 del Mondo.

Come hai conosciuto Happy Padel World?
Mi hanno contattato e mi è piaciuto subito il progetto.

Perché hai deciso di entrare a far parte della community di Happy Padel World?
Mi esalta la possibilità di poter mettere la mia esperienza ventennale nel padel italiano e internazionale in un
progetto che mi ha conquistato subito.

Happy Padel World è una community di appassionati di padel che offre una serie di servizi e vantaggi ai suoi partner. Mi ha colpito in particolare la possibilità di sfruttare la gestione organizzativa della community, che permette di prenotare i campi e le lezioni in modo semplice e veloce.

Quali sono i consigli che daresti a chi vuole iniziare a giocare a padel?
Il consiglio principale è quello di prendere lezioni da un istruttore qualificato. In questo modo si imparano le basi del gioco e si evitano di prendere cattive abitudini. Inoltre, è importante giocare con regolarità per migliorare il proprio livello.

Aggiungerei, inoltre che per cominciare un percorso agonistico sia giovanile che over, allenarsi anche fisicamente aiuta nelle prestazioni e soprattutto riduce la possibilità di lesioni.

Qual è il momento più gratificante della tua carriera di istruttore di padel?
A livello professionale, essere stato il CT della Nazionale Italiana Padel dal 2005 al 2012 e aver vestito la maglia Azzurra come giocatore della Nazionale in due Mondiali e due Europei.

Qual è la tua opinione sulla crescente popolarità del padel in Italia?
La crescente popolarità del padel in Italia è un fenomeno positivo. È uno sport divertente e accessibile a tutti, che può essere praticato a qualsiasi età e livello di preparazione. Sono contento che sempre più persone si avvicinino a questo sport.

Ho visto in prima persona tutto lo sviluppo di questo sport in Italia dalla nascita a oggi, e credo che sia al culmine dello sviluppo che vedo longevo per questo meraviglioso sport.

Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro della tua carriera di Maestro nazionale di padel?
I miei obiettivi per il futuro della mia carriera sono quelli di continuare a migliorare le mie conoscenze e le mie competenze, per poter offrire ai miei allievi il meglio. Vorrei anche contribuire alla diffusione del padel in Italia, per far conoscere questo sport a un numero sempre maggiore di persone.

Ho visto in prima persona tutto lo sviluppo di questo sport in Italia dalla nascita a oggi, e credo che sia al culmine dello sviluppo che vedo longevo per questo meraviglioso sport.

Hai mai partecipato a gare o tornei di padel?
Si ho partecipato a diversi tornei tra cui:

  • OPEN
  • VETERANI
  • MONDIALI
  • EUROPEI
  • CAMPIONATI A SQUADRE

Qual è il tuo giocatore di padel preferito?
Belasteguin e Tapia

Cerca nel sito

×